Home page
Feed logo Casa e Condominio
Archivio Articoli
Archivio Argomenti
Chi siamo

Chiedilo all'esperto
Forum

Lettere ricevute

Cerca nel sito

Compra e vendita
Tasse e imposte

Sicurezza in casa

Le assicurazioni
I mutui
Le aziende
Agenzie immobiliari

Newsletter

Noi proprietari
Siamo espropriati
Difendiamoci
Cosa vogliamo



Staff la casa
Via Circonvallazione 120
I-10072 Caselle (To)

Indirizzo email
Aggiornata al
June 16 2017

Informativa privacy
Scrivi al Webmaster

Versione mobile per cellulari Wap e PDA

I proprietari di casa
Condominio e problematiche immobiliari


Denuncia Cessione Fabbricato

Denuncia cessione fabbricato, antimafia o digos

La denuncia di cessione fabbricato è una pratica burocratica il cui onere e responsabilità cade tutta sul proprietario, è un residuato bellico degli anni di piombo. Il proprietario quando affitta o vende o comunque decide di cedere un immobile è obbligato a fare entro 48 ore dalla cessione la denuncia in questura. Viene anche chiamata antimafia o denuncia digos.

Il proprietario deve compilare un foglio in duplice copia (una per la questura, una per l'autorità locale di pubblica sicurezza) in cui riportare i propri dati, quelli dell'inquilino e quelli dell'immobile. Occorre quindi ricordarsi di chiedere all'inquilino copia dei documenti di identità validi con relativo numero e data di rilascio. Basta fare la fotocopia fronte retro della carta d'identità.

A chi si presenta materialmente ?

Dipende da dove si trova l'immobile. Non c'è una regola uguale per tutti, in alcune città la denuncia di cessione fabbricato si presenta direttamente all'Ufficio della questura competente per territorio, nelle piccole città o paesi la si può presentare alla polizia municipale oppure all'Ufficio anagrafe o a quello protocollo del Comune in cui è situato il proprio immobile.
Se si risiede lontano, la denuncia si può spedire anche per posta, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.


Fuoco e legna banner